I cosiddetti smart toy, evoluzione digitale delle vecchie pupe di pezza, sarebbero il regalo di Natale perfetto per i bimbi di oggi. Se non fosse per una peculiare caratteristica comune ad alcuni di loro: hanno le orecchie fin troppo grandi. Per ascoltarci meglio. In altri termini: utilizzano la tecnologia a disposizione per racimolare le informazioni personali dei più piccoli e delle relative famiglie. 

Approfondici leggondo l'articolo completo su LaRepubblica.it